Warning: mysql_connect() [function.mysql-connect]: Access denied for user 'Sql360309'@'62.149.141.36' (using password: YES) in /web/htdocs/www.podereilmacchione.it/home/admin/config.php on line 35
Connessione al server non riuscita
Warning: mysql_select_db(): supplied argument is not a valid MySQL-Link resource in /web/htdocs/www.podereilmacchione.it/home/admin/config.php on line 36
Cannot select database. Vino Nobile di Montepulciano Podere Il Macchione
> podereilmacchione@live.it P.IVA 00872090527
> ©2010 G. Baldini / G. Marin

il vigneto è interamente dislocato
intorno al podere


Gli impianti sono costituiti per la massima parte da viti di Sangiovese grosso detto Prugnolo Gentile con una selezione clonale in funzione della composizione dei suoli. L’età dei vigneti varia dai quindici ai cinquant’anni . L’azienda è costituita da:
- 2,5 ha di vigneto ad alta densità (6000 ceppi/ha), di 15 anni d’impianto, in piena produzione con forma di allevamento a guyot;
-1,5 ha di vigneto giovane con le stesse caratteristiche;
- 2 ha di vigna vecchia (50 anni) con un impianto tradizionale di 3.500 ceppi/ha sempre con forma di allevamento a guyot.
La fertilizzazione annuale viene effettuata con il sovescio di favino seminato a filari alterni e con l’aggiunta, al bisogno, di fertilizzante organico. Non vengono impiegati diserbanti ne altri prodotti chimici/sistemici ed i pochi trattamenti necessari sul vigneto sono a base di rame e zolfo.
La cura del vigneto è improntata su un' assidua ricerca di lavorazioni che tendono ad aumentare la capacità di difesa intrinseca delle piante. Infatti le lavorazioni profonde del terreno, la rottura delle radici superficiali, il sovescio biologico ed energetico, le bagnature con estratti naturali sono tutte pratiche che aumentando le difese naturali del vigneto aiutando così anche l'azienda nel non utilizzare altri prodotti di sintesi.
Come pratiche agronomiche, viene effettuata la potatura verde (vera pratica di diradamento dell’uva) ed un unico passaggio tardivo per la cimatura, preferendo a questa l’accappannamento dei tralci al fine di incrementare in modo naturale il grado di acidità. Quando necessario si attua il diradamento dei grappoli ritenuti in esubero ottenendo una resa di circa 1Kg di uva a vite arrivando così ad una produzione di 60 q.li di uva/ha, sempre inferiore alla massima ammessa dal disciplinare del Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano fissato a 80 q.li per ettaro.
La raccolta e la cernita dei frutti viene effettuata a mano direttamente in vigna e portata alla diraspatrice con piccole cassette da 15 Kg al fine di mantenere l’integrità degli acini.